Disegnare con le matite colorate

Fabriano ha pensato di farvi compagnia, in questo momento delicato per tutti noi. 

Restare a casa è un dovere di tutti, ma possiamo trasformarlo anche in un piacere: chi ha detto che a casa ci si annoia?

Noi pensiamo che la fantasia può uscire di casa e portarci in mondi fantastici, rimettiamoci in contatto con lei e cominciamo a disegnare!

Abbiamo pensato di proporvi dei semplici tutorial, uno a settimana, che potranno farvi riscoprire cose che già conoscevate ma non avevate mai approfondito o darvi delle informazioni nuove per esprimere la vostra creatività.

Siete pronti? Cominciamo!

Il tutorial di oggi parla di uno dei primi strumenti con cui abbiamo imparato a disegnare: LE MATITE COLORATE.

Un po' come quelle di grafite, le matite colorate sono dei bacchetti di legno al cui interno è contenuta una mina. In questo caso però, le mine sono composte da pigmenti colorati.

Cosa ti servirà:

- matite colorate

- carta ruvida o liscia

- matita

- gomma

- temperino

- sfumino

Da sapere:

- In base al tipo di carta che userai potrai ottenere risultati diversi: con carta ruvida un tratto più grossolano, con carta liscia delle campiture uniformi.

- Per delimitare i contorni ti sarà utili tracciare il disegno a matita, per colorarlo successivamente.

- Lo sfumino è uno strumento, che passato sopra il tratto di matita, ti aiuta a sfumare il colore.

- La matita colorata va tenuta sempre obliqua rispetto al foglio.

Le tecniche:

- Per ottenere un effetto grafico traccia delle linee incrociate e infittisci la trama nelle zone più scure.

- Il metodo migliore per sfumare è attraverso la sovrapposizione di torni. Applica una maggiore pressione nelle zone più scure per ottenere tridimensionalità.

Attenzione! Se passi lo sfumino sulle zone del foglio non ancora colorate rischi di sporcarle. Per rimediare aiutati con la gomma!          

Sei pronto per provare?

Buon disegno!