Tutti a disegnare!

“Le mani danno vita al disegno e dal disegno restano segnate: grafite annidata nelle pieghe, macchie di china quasi indelebili, pellicole di acrilico, velature di acquerello, tracce di cera… un disegno che accompagna il segno sulla carta, tra cui a volte è difficile scegliere”. Guido Scarabottolo

La mano crea, disegna e si trasforma in una tavolozza dove i colori prendono vita per viaggiare con la fantasia. La mano si alza per chiedere, si apre per donare, ricevere, accogliere, salutare: una mano aperta è un gesto universale che non ha bisogno di parole e significa inclusione, disponibilità e amicizia.
Il Festival del Disegno 2021 tende la mano a tutti e invita a prendere matite, penne, pennelli, pennini e pennarelli, dare libero sfogo alla creatività, immaginare nuovi mondi e riscoprire il piacere di lasciare tracce, colorare, sfumare, piegare, strappare, incollare, assemblare e ritagliare ogni tipo di carta.
Per chi ama disegnare, per gli appassionati che non hanno mai smesso e, soprattutto, per chi è convinto di non saperlo fare e si sbaglia, perché tutti sanno disegnare o possono farlo. Di mano in mano, un grande disegno che continua: parte dal Castello Sforzesco di Milano e arriva in tutta Italia, con workshop d’artista e laboratori creativi, tra musei, scuole, associazioni culturali, istituzioni, biblioteche, attraverso i tanti gesti di piccoli, grandi, famiglie, ragazzi, professionisti, scettici, amatori e timidi.

Stiamo preparando il programma della sesta edizione, a presto con tutte le novità!




"Sei anni fa ho creato in Italia il Festival del Disegno, con l’aiuto dei colleghi Fabriano, di tantissimi docenti e artisti in tutta Italia, da Aosta alla Sicilia , della Onlus inglese Big Draw, di partner speciali come Pleiadi e la Direzione e team del Castello Sforzesco di Milano.

Il Festival è gratuito per tutti i partecipanti, crea lavoro, ed è sostenuto economicamente da privati e pubblico in una fruttuosa e affettuosa collaborazione. Lavoriamo al Festival del Disegno da anni per raggiungere tutti, adulti e bambini, giovani e anziani, con lo scopo di tenere allenate le nostre mani, occhi e menti, con uno straordinario esercizio di riflessione e osservazione (chiamatelo pure mindfulness, non cambia niente), di immaginazione e libertà consentito da una matita, un foglio e una persona."

Chiara Medioli
Presidente - Fondazione Fedrigoni Fabriano